broccoli
I broccoli sono una pianta appartenente alla famiglia delle Crocifere, il suo nome scientifico è “Brassica oleracea”. Appartiene alla stessa famiglia dei cavoli, cavolfiori e rape, ma diversamente dagli altri vegetali suoi “parenti” ha un più alto contenuto di vitamine e minerali.
Sono originari dell’area mediterranea e ad oggi vengono coltivati in tutte le zone del mondo. Sono un ortaggio prevalentemente invernale quindi, anche se è possibile trovarlo in commercio tutto l’anno, è nella stagione fredda che vi è una maggiore disponibilità ed i prezzi sono più bassi. I broccoli sono verdure abbastanza particolari, basti pensare che sono tra le poche di cui non si mangiano le foglie ma le inflorescenze!
Broccoli

Proviamo a conoscerli meglio:

100 g. di broccoli crudi sono costituiti per l’89% del peso da acqua ed apportano 27 Kcal
Contengono altre vitamine importanti, tra cui l’acido folico, la riboflavina, la tiamina e la niacina; e una buona concentrazione di magnesio, selenio, potassio, beta-carotene e zinco (responsabile del caratteristico odore poco amato al momento della cottura).
I composti attivi presenti nei broccoli includono flavonoidi e glucosinolati. Sfortunatamente però, i broccoli sono una verdura che non si presta particolarmente ad essere consumata cruda, ma cucinandoli si rischia di perdere buona parte del loro contenuto di vitamine, dato che sono termosensibili. Per tentare di preservare i valori nutrizionali dei broccoli bisognerebbe cuocerli in acqua bollente per non più di 15 minuti o meglio ancora scegliere la cottura a vapore, che comporta una minima perdita di nutrienti (intorno al 20%).

Caratteristiche e tipologie: facciamo chiarezza

Sotto la definizione generica di broccolo rientrano molteplici tipologie: il broccolo calabrese, il broccolo siciliano di colore violetto, il pugliese e il nero di Napoli. Molto diffusi in Italia, le regioni in cui i broccoli sono maggiormente coltivati sono il Lazio, la Puglia e la Campania. La raccolta comincia in ottobre e l’ortaggio è disponibile per quasi tutti i mesi invernali.
Broccoli

I benefici dei broccoli: iniziando dalla salute cardiovascolare

I broccoli sono ricchi di vitamina C, che protegge le lipoproteine plasmatiche dal danno ossidativo, responsabile dell’ ispessimento delle arterie e dell’accumulo di placche al loro interno con rischio di ictus e infarto. Grazie ai glucosinolati, precursori degli isotiocianati, agenti ossidanti, i broccoli potrebbero svolgere un ruolo importante per incrementare in modo del tutto naturale le difese naturali del corpo dallo stress ossidativo che è causa dell’invecchiamento cellulare e di malattie cardiovascolari. Diversi studi hanno evidenziato come l’anti-ossidante più potente sia il sulforafano, che svolge una potente attività antiaggregante delle piastrine, e che quindi, unito ad una buona dose di potassio, che regola la pressione arteriosa, fa dei broccoli dei preziosi alleati della funzionalità delle arterie.
I composti dello zolfo contenuti nell’ortaggio, che danno quel sapore leggermente amaro, sono i responsabili dell’azione disintossicante per il fegato. Essi, infatti agiscono come spazzini delle tossine e dei grassi che si accumulano nel fegato e ne favoriscono la disintossicazione. Per tali motivi i broccoli sono particolarmente indicati per trattare la steatosi epatica, ovvero “il fegato grasso” un problema molto diffuso, causato dall’accumulo eccessivo di grassi che danneggiano le cellule epatiche.

Un toccasana per i polmoni e per la prevenzione del cancro.

La notizia arriva da una ricerca condotta dalla Johns Hopkins Medical School e pubblicata sulla rivista American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. I broccoli sarebbero un eccellente rimedio contro le affezioni polmonari, asma e problemi respiratori in genere. Già considerati il “top” degli antiossidanti, oggi possono anche vantare il primato di “salvapolmoni”.
Broccoli
Tornando al sulfurano, esso svolgerebbe un importante ruolo anche nella prevenzione del cancro. In particolare, alcuni studi in corso starebbero approfondendo il rapporto tra verdure appartenenti alla famiglia dei broccoli come cavoli, cavolfiori e verza e la riduzione della comparsa di tumori a polmoni, vescica e prostrata. I broccoli poi contenendo un alta percentuale di Vitamina C sono anche un aiuto per prevenire malattie degenerative come il cancro alla pelle.
I broccoli inoltre aiutano ad eliminare le scorie ed a combattere la ritenzione idrica responsabile della formazione della cellulite, ed infine, in quanto alimenti ipocalorici, questi ortaggi sono adatti ad una sana dieta per tenersi in forma.

Non solo benefici, anche qualche controindicazione.

I broccoli sono alimenti particolarmente ricchi di fibre insolubili che possono causare problemi di digestione in quanto esse non vengono completamente digerite a livello dell’intestino tenue e diventano nutrimento per i batteri del nostro intestino crasso,causando gas e gonfiore. Un consumo limitato è pertanto consigliato a chi soffre di colon irritabile o di gastrite. Mangiare grandi quantità di broccoli può anche interferire con la produzione di ormoni tiroidei, in quanto, soprattutto se consumati crudi, aumentano il fabbisogno di iodio la cui carenza determina ipotiroidismo.
Broccoli
rimaniamo in contatto!

No spam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment